Dove si, dove no.

Arezzo, alla fiera dell’Antiquariato. No grande.

Argentina. Patagonia, è difficile ma emozionante.

Austria: Bad Gastein. Piacevoli ed interessanti, le terme. La ciclovia della Drava e la Ciclovia del Danubio. Si romantico.

Azzorre. Direi proprio di no.

Barcellona. Assolutamente no.

Bicicletta. Ciclovia della Drava si, Ciclovia del Danubio forse, Delta del Po si.

Brasile. La gente si, i luoghi forse, la cucina no. L’Amazzonia, si.

Bulgaria. Certamente si, per la gente, la cucina, l’atmosfera, Kovachevitsa, Plovdiv. Dei dubbi sul Mar Nero.

Canada. In Quebec, si, per curiosità.

Capo Verde. Brava, si. Fogo, no. Non bevete il vino di Achada Grande.

Caraibi. Un si enorme a Marie Galante e a Barbuda. Un si moderato a Santo Domingo. Un si con molte condizioni a Cuba e Dominica. Un deciso no a Guadalupa, Martinica, Antigua, Saint Martin.

Cile. Viaggio difficile e con punti oscuri; no le città, il mare, il nord; ma si Chiloè, le valli andine e siiiii Patagonia. Forse per sciare.

Comacchio. Delizioso.

Corea del Nord. Varrà la grande pena di andarci?

Cuba. Poco interessante ad esclusione della musica e del sesso.

Delta del Po. Un si entusiasta, meglio in bici.

Egadi, Levanzo. Un si di cuore.

Egitto,  Il Cairo  e Alessandria. Semplicemente, no.

Estonia. Moderato interesse. Castello di Kuressaare, si.

Finlandia, certamente si.

Fuerteventura, Canarie. Solo da un lato.

Gabon e Lambarenè. Solo se con tempo, molta curiosità antropologica e molti soldi.

Georgia. Si grande alla Svanezia, ni a Tiblisi.

Grecia: Creta, il lato sud. Particolarissima Kassos.

Isola del Giglio, si, ma ci sono molti problemi ambientali risolvibili.

Isola di Flores, Azzorre. Curiosa, ma no.

Isola di Corvo, Azzorre. La Azzorre no, ma quest’isola è emozionante.

Lisbona. SI, di corsa, ma sfuggendo alla retorica imperante.

Madeira. Un si convinto.

Maremma. No, grazie.

Marocco. No e no.

Mauritania. A vedere gli schiavi?

Melilla, per un viaggio antropologico.

Passo Coe, Folgaria. No, è ridotto troppo male.

Pellestrina. Come dire no al paradiso?

Pitcairn, l’isola del Bounty. Se avete il tempo e i soldi…

Polo Nord; gli abissi di follia del turismo.

Riviera Romagnola. No e poi no.

Sardegna in bici. Dura ma certamente si.

Spagna. Per il prosciutto, no; per las tapas, si. No al Rocio o alla Fiera di Siviglia.

Svanezia. Senza pensarci un attimo: SI.

Turismo solidale. NO, NO, NO

Ucraina. Posto molto interessante.

Ungheria. Si per le terme e il vino.

Venezuela, Penisola di Paria. Bello ma se ne esce vivi?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...